Samsung ecco il Galaxy S6 Edge+ e il Note 5

nuovi Samsung

Galaxy S6 Edge + e Note 5: Samsung gioca d’anticipo e sfida l’iPhone 6s

Due smartphone di taglia grande ed eccellenti caratteristiche tecniche per battere sul tempo Apple, che presenterà i nuovi modelli fra un mese

La casa coreana rinnova la sfida a Apple presentando il modello con schermo maxi dall’S6 Edge. Ma la novità più interessante è Samsung Pay, il sistema di pagamento mobile compatibile anche con i lettori magnetici di carte di credito.

Prime indiscrezioni sui nuovi smartphone della Samsung. Il Galaxy S6 Edge+ è esteticamente identico al “piccolo” S6, ma lo schermo è da 5,7 pollici invece che da 5,1. È uno splendido schermo curvo con risoluzione Quad HD da 2560 x 1440 pixel e una densità di 518 pixel per pollice (l’iPhone 6 Plus, per fare un paragone, si ferma a 401). Specifiche tecniche a parte, è un monitor brillante, luminoso, con una resa dei colori praticamente perfetta. Come per il modello Edge, è curvo in entrambi i lati, con il profilo di destra che viene sfruttato come menu secondario per accedere rapidamente alle cinque applicazioni più utilizzate o ai vostri contatti preferiti. Il resto delle specifiche è lo stesso del Galaxy S6: la fotocamera principale è da 16 megapixel, lo spazio per i dati e le applicazioni è 32 o 64GB, il processore octa-core a 64 bit è composto da due unità che lavorano insieme e che assicurano prestazioni top. L’unica differenza è nella RAM del processore, salita da 3 a 4GB e nella batteria che, sfruttando il maggiore spazio a disposizione, adesso ha una capacità da 3000mAh, abbastanza per assicurare oltre una giornata piena di funzionamento. La batteria può essere ricaricata senza fili e ha una modalità di ricarica rapida. Nonostante lo schermo di maggiori dimensioni, il peso non è cresciuto molto: l’Edge+ ferma la bilancia a 153 grammi, appena 20 in più rispetto al fratello minore. La sensazione è di estrema leggerezza, tanto che lo smartphone non appare molto più grande dell’originale. Bisogna metterli uno a fianco all’altro per rendersi conto della differenza.

L’Edge+ presenta anche diverse novità dal punto di vista software, con una versione modificata di Android Lollipop 5.1 che include numerose applicazioni sviluppate appositamente da Samsung per migliorare l’esperienza di utilizzo. “Per noi la parte software è importante quanto quella hardware. Lavoriamo ogni giorni per migliorare la facilità d’uso dei nostri prodotti”, spiega Shin. Con l’S6 Edge+, ad esempio, sarà possibile collegare il telefono al Pc e vederlo replicato su schermo. Potremo effettuare chiamate, mandare sms utilizzando la tastiera del computer oppure giocare ai nostri videogame preferiti utilizzando il monitor più grande. Potremo mandare in diretta su YouTube Live i nostri video oppure condividerli in tempo con i nostri amici dalla lista contatti. I filmati, inoltre, adesso saranno più stabili grazie alla tecnologia Steady Video, un’altra novità dell’Edge+ che assicura riprese ferme, senza vibrazioni, grazie alla stabilizzazione digitale dell’immagine.

Novità anche per il Galaxy Note 5 e il sistema di pagamento via smartphone Samsung Pay. Cominciamo dall’atteso Galaxy Note 5, ultimo modello di quello smartphone che per primo puntò su uno schermo di grandi dimensioni, facendo nascere il settore dei phablet, ovvero la via di mezzo tra smartphone e tablet. Il Note 5 è identico all’Edge+. Stesso processore, stessa memoria, stessa fotocamera e soprattutto stesso schermo Amoled Quad HD da 5,7 pollici. Con una differenza: nel caso del Note 5 il monitor è piatto. Manca quindi il menù laterale e il design è più canonico, anche se sempre elegante e realizzato con materiali di alta qualità (il retro è in vetro). “La differenza per noi in questo caso è nel software”, spiega Shin. “Mentre l’Edge+ è più indicato per chi utilizza lo smartphone per intrattenimento, per vedere un film, scattare foto oppure come strumento per i social network, il Note 5 è destinato a un’utenza business”. La versione di Android Lollipop del Note 5 è quindi molto diversa e presenta numerose applicazioni pensate per il lavoro. C’è anche un nuovo pennino che permette di interagire con lo schermo e che, stando alle dichiarazioni di Samsung, sarà ancora più smart rispetto al modello precedente. Peccato che, per il momento, non esistano piani per portare il Galaxy Note 5 in Europa.

SERGIO PENNACCHINI

(Visited 74 times, 1 visits today)
Taggato con: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*